fbpx

Professione Barman


La professione di barman è da sempre una professione molto ambita, sognare un lavoro nel settore “food & beverage” è più che legittimo, visto il successo di questa figura sia in Italia che all’estero.

Ma chi è il barman ? E quali sono le sue competenze?

Volendo definire la figura professionale del barman possiamo dire che è:

  • un professionista che serve ottimi cocktail;
  • un manager capace di gestire un bancone;
  • una figura lavorativa altamente professionale e ricercata;
  • uno “psicologo” che mantiene e propone discussioni con la clientela;
  • un “buon amico” con cui intrattenere rapporti di cordialità;
  • una persona gentile, decorosa e ordinata dietro al bancone;
  • un buon venditore.

Infatti fare il barman, a differenza di quanto si può immaginare, presuppone uno studio mirato ed un’esperienza sul campo. In Italia per esempio dal 2001 esiste una Federazione  di Barman (FIB), che organizza corsi avanzati per diventare un barman professionista.

Oltre allo studio però occorre avere delle predisposizioni caratteriali come passione, tenacia, ambizione, ma soprattutto estro e creatività.

Il barman ha anche un ruolo molto importante, perché deve allietare i clienti con i migliori cocktail e capire al volo le loro esigenze.

Il compito del barman infatti non si limita solo alla preparazione del drink, ma prevede anche una serie di compiti collaterali, interagendo ed intrattenendo il cliente per soddisfare ogni tipo di necessità. Tutto questo con professionalità ed efficienza: perché lavorare al bar significa anche sempre avere un aplomb impeccabile.

Innovazionefantasia e qualità sono dunque le caratteristiche di un buon barman, che deve cercare di emergere. Infatti non basta per un barman essere bravo, deve sapersi mettere in mostra, deve distinguersi, perché questo fa la differenza in un mercato sempre più saturo e competitivo.

Inoltre occorre puntare sulla qualità, cioè usare sempre liquori o succhi di prima qualità, perché la qualità delle materie prime fa sempre la differenza… in ogni settore.

In ultimo un buon barman deve aggiornarsi, perché il settore in cui opera è in continua evoluzione, i trend sono molti e vanno conosciuti e studiati.

L’attuale trend del settore per esempio vede la sostenibilità anche nei cocktail.

Una tendenza che dal settore food si è trasmesso anche al beverage :  cioè l’uso di materie prime sostenibili per il territorio e fonte di benessere per gli individui. Gli alimenti sostenibili e biologici sono usati quindi anche nei drink.

La parola d’ordine per il 2018 è dunque cocktail sostenibili e sapientemente miscelati.

Ketumbar con i suoi cocktail offre da sempre un modo di bere con consapevolezza scoprendo la via del piacere sano e di qualità.

Che sia per l’aperitivo, la cena o il dopo cena , il “cocktail Ketumbar” è da provare!

Ketumbar- angolo aperitivo

Ma è nel momento dell’ aperitivo,  che mostra meglio le sue potenzialità in quanto offre dei veri e propri “Culinary Cocktails”, in cui il buon bere si incontra all’esperienza gastronomica di qualità.

Riserva un tavolo per il tuo BIO aperitivo!  Prenota

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *