Vaniglia, molte virtù per l’oro nero più famoso al mondo


La vaniglia, inconfondibile profumo e aroma confortante, inebria i sensi e ci apre le porte del suo meraviglioso mondo. Usata molto nella pasticceria mondiale, la vaniglia è la spezia dalle mille virtù.

Impossibile non riconoscerla tra mille, ma quanto in realtà ne sappiamo della sua storia e dei suoi usi?
Saltando di spezia in spezia, siamo arrivati alla settima tappa del nostro viaggio.
Approdiamo in Messico, dove la storia della vaniglia ha inizio.

Conosciuta già da millenni dalla cultura Azteca, usata per insaporire la loro bevanda molto simile alla nostra cioccolata, la vaniglia giunge a noi. Nasce da un’orchidea, la Vanilla Planifolia, che è l’unica orchidea che produce baccelli commestibili.
In Europa la coltivazione da risultati deludenti, ma lo scenario cambia a metà dell’800. Uno schiavo di soli 12 anni, Edmond Albius, crea una perfetta tecnica di impollinazione artificiale, in uso ancora oggi. La qualità “Bourbon” nata in Francia è  considerata la migliore in assoluto, è la più apprezzata dagli chef di tutto il mondo per i suoi baccelli scuri e sottili.

Prima però che la vaniglia diventi quella che noi tutti conosciamo deve subire dei passaggi per la sua trasformazione. In primis l’uccisione, dove i baccelli vengono immersi in acqua bollente; la sudorazione, per far perdere l’umidità; l’asciugatura; e infine il condizionamento, dove il baccello assume il colore nero finale e viene lasciato riposare per circa 2/3 mesi. Dopo questi processi, la vaniglia può esser finalmente immessa nel mercato mondiale e deliziare i nostri palati.

VANIGLIA, COME SI USA

In cucina, soprattutto nel momento della preparazione di un dolce, un quesito potrebbe tormentarci: meglio la bacca, in polvere o meglio il suo estratto?bacche e polvere vaniglia Ketumbar

La bacca, tagliata per la sua lunghezza sprigionerà il suo oro nero che potrà essere usato per insaporire il vostro dolce o la vostra crema preferita.
La polvere, non è altro che il processo che vede la vaniglia, una volta essiccata, esser triturata finemente fino a renderla una polverina di colore marrone. Facile da dosare… ma da non confondere con la vanillina che è tutt’altra cosa.
L’estratto di vaniglia, usato negli anni passati maggiormente all’estero, da qualche anno, ha preso piede anche qui in Italia. Appare come un liquido simile ad uno sciroppo dal colore marrone scuro e dal sapore molto concentrato… quindi da dosare con cautela nelle vostre ricette.

VANIGLIA PROPRIETA’

Ma perchè “…molte virtù”?
Nonostante la sua esigua dimensione, la vaniglia contiene al suo interno un mondo di benessere.
Vitamine del gruppo B, potassio, magnesio e ferro, sono solo alcuni dei benefici che la vaniglia apporta al nostro organismo. Antisettico naturale, allenta le tensioni e contrasta la fame nervosa oltre a donare buonumore e rilassare. Inoltre anche lei è fortemente afrodisiaca!

Il suo profumo è magia e mistero, cattura i nostri sensi e i nostri ricordi.
Che la usiate per preparazioni dolci o salate, la vaniglia non vi deluderà mai!!!

Al Ketumbar la nostra chef Alessia Arduini la usa per preparare creme e dolci tutti “hand made”. Come le tartellette al farro con mele, mango e frutti rossi…una dolce tentazione da provare !

tartellette al farro Ketumbar

Tartellette al farro – Ketumbar

Vieni a gustare le nostre specialità, prenota ora il tuo tavolo qui !

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *