fbpx

Carnevale con i bambini ricordando l’importanza di essere felici


Il Carnevale con i bambini è un’esplosione di colore, è spensieratezza e ascoltare l’allegria dell’anima. E’ quell’espediente per tornare anche noi adulti a quell’età colorata e godereccia. Perché è bello svestire almeno per un giorno i vestiti della serietà, del “devo fare” e del “devo dire”… quindi diamo inizio ai festeggiamenti.

Carnevale : La Storia

La storia del Carnevale è davvero antica. Dal latino “carnem levare”, togliere la carne per osservare il periodo della Quaresima, il Carnevale a Roma è partito proprio dal nostro quartiere: Testaccio con il suo Monte dei Cocci. Qui il Papa dava inizio ai festeggiamenti con una cavalcata che terminava poi con cortei, giostre e duelli.
Il Carnevale ci ha insegnato ad avere una visione goliardica della realtà, tra coriandoli, spettacoli e colori. Ma a proposito, sapevate come e perché sono nati i coriandoli? Sembra che durante il Rinascimento, ciò che oggi chiamiamo coriandoli erano dei semi di coriandolo glassati con lo zucchero. Solo nel 1875, un’ingegnere, iniziò ad usare dei dischetti di scarto di fogli bucati, creando poi un business mondiale.
Oggi per festeggiare il Carnevale con i bambini basta aprire internet per vedere che in tutta Italia si allestiscono piazze e vie dove poter passare delle ore di felicità.
In Italia i festeggiamenti più famosi e più attesi per questo evento sono senz’altro il Carnevale di Viareggio e di Venezia, di Putignano, di Ivrea e di Milano. Tutte feste volte al divertimento ma ognuna con le sue particolarità. A Venezia si attende con trepidazione il volo dell’Angelo dal campanile di San Marco; a Viareggio grande attesa per l’uscita dei magnifici carri in legno con le grandiose opere in cartapesta. A Putignano forse non tutti sanno che si festeggia il Carnevale più lungo d’Italia che inizia già dal 26 Dicembre. Finiamo con Ivrea con la sua famosa battaglia delle arance e con Milano, dove il Carnevale inizia quando dalle altre parti finisce.

Nel mondo invece? Il Carnevale è Carnevale ovunque, con il suo essere sopra le righe, con la sua goliardia, con i suoi colori e gioia di vivere.
In America è una festa poco sentita, fatta eccezione per New Orleans e per il fantastico Carnevale di Rio De Janeiro. Più forte è la tradizione nella nostra Europa. A Colonia, in Germania, e a Patrasso in Grecia il Carnevale è tutto in rosa. Anche a Notting Hill, a Londra, dove la serietà e il famoso aplomb inglese la fanno da padroni, questa festività trova spazio per dare sfogo a giochi, balli e leggerezza.
Ma torniamo a noi, alla nostra Roma, dove i festeggiamenti non sono da meno. Anzi, di anno in anno, si riscoprono sempre di più le tradizioni, e ci si stringe sempre più a quel cordone ombelicale che ci riporta a ciò che eravamo.

Cosa fare a Carnevale con i bambini

Qui al Ketumbar, nel quartiere Testaccio dove tutto ebbe inizio, vi faremo trascorrere ore liete. Gioia, allegria e la buona cucina vi accompagneranno durante il nostro Brunch che per l’occasione si moltiplica. Infatti ci troverete qui pronti ad allietarvi sia Sabato 22 sia Domenica 23 Febbraio, con piatti genuini ed artigianali. Inoltre saremo lieti, come sempre, di regalare ai vostri bambini tanto divertimento nella nostra sala dedicata, attrezzata con giochi, peluches e costruzioni, accuratamente sorvegliati dal nostro personale qualificato.
Vi aspettiamo quindi per vivere un bel Carnevale con i bambini, giocando un po’ con voi stessi per colorare e dare leggerezza alla vita di tutti i giorni!

Prenota

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *